Recupero di matrici organiche, scarti e rifiuti

le attività DI AGROMATRICI

Una prima e attenta fase di raccolta di alcune informazioni (ciclo produttivo, materie utilizzate, eventuali modalità di trattamento, analisi e campionatura dello scarto, etc.) ci permetterà di identificare in breve tempo la soluzione migliore per una valorizzazione sostenibile dello scarto.
Il dialogo continuo con gli operatori del settore permette un costante aggiornamento al fine di trovare nuove soluzioni tecnologiche, potendo così garantire un servizio completo, di alto standard qualitativo e sempre al passo con i tempi.

SERVIZI

  • Supporto tecnico ad enti pubblici, autorità locali, aziende del settore, gestori d’impianto, aziende municipalizzate e del servizio idrico integrato
  • Caratterizzazione delle matrici
  • Trattabilità delle matrici, analisi a livello normativo e formulazione del prodotto
  • Analisi tecnico scientifica necessaria per la classificazione del rifiuto, determinandone la modalità più idonea per la sua valorizzazione
  • Alternative praticabili - valutazione
  • Attività sperimentale per la definizione del progetto specifico
  • Progettazione e realizzazione di impianti per la valorizzazione di scarti e rifiuti
  • Progettazione, realizzazione e gestione di impianti per la produzione di fertilizzanti correttivi

2018

AGROMATRICI PROGETTA​

IMPIANTO PER IL TRATTAMENTO DI MATRICI BIOLOGICHE CON PRODUZIONE DI FERTILIZZANTI CORRETTIVI
Mortara (PV)

0

Anno di Esercizio

0 t/anno

Capacità Autorizzata

IMPIANTO

  • Capacità: 60.000 t/anno matrici organiche
  • Trattamento: Attività R13, R3/12 e R10
  • Matrici Alimentate: biomasse derivanti dalla depurazione delle acque
  • Prodotti: Biosolidi e Correttivi

2019

AGROMATRICI SVILUPPA UN NUOVO PROCESSO PER CONVERTIRE LA CO2 IN FERTILIZZANTE

In un’ottica di  CS e CCU – “Carbon Storage e Carbon Capture and Utilization” abbiamo sviluppato un processo in grado di convertire la CO2 in fertilizzante.

All’interno della fase di “Capture” e “Storage”, la CO2 ottenuta dall’upgrading del biogas viene liquefatta e mineralizzata nella fase “Utilization”: la CO2 viene fissata chimicamente attraverso la produzione di CARBONATI per la produzione di fertilizzanti correttivi.

Un progetto che mira a restituire la CO2 prodotta dalla valorizzazione energetica di biomasse e rifiuti, abbattendo completamente le emissioni in atmosfera.